Consiglio pastorale parrocchiale

Il Consiglio pastorale

è presieduto dal parroco e nel quale i fedeli, insieme con coloro che partecipano alla cura pastorale della parrocchia in forza del proprio ufficio, prestano il loro aiuto nel promuovere l’attività pastorale (Can. 536 §1).

Compito del Consiglio pastorale parrocchiale è, quindi, quello di aiutare il parroco nella gestione dell’attività pastorale della parrocchia.

Esso è composto da membri eletti che rappresentano tutti i gruppi presenti in parrocchia e le assemblee liturgiche delle Chiese in cui ordinariamente viene celebrata l’eucaristia.

Può essere associato ad una sorta di “Senato parrocchiale” i cui membri, riportando le idee e i progetti di coloro che rappresentano, colloquiano con il parroco per una “gestione condivisa” della vita parrocchiale.

Esso ha il compito di intervenire e stabilire le linee guida fondamentali per tutti gli ambiti della vita parrocchiale. Pur avendo solo voto consultivo e non deliberativo (cioè quello che esso stabilisce non è per forza “legge” per la parrocchia), tutti – dal parroco fino all’ultimo fedele – sono tenuti a rispettare le indicazioni che esso emana.

Il Consiglio pastorale si riunisce, di norma, 3 volte in un anno, con il compito di: programmare l’attività; effettuare una verifica intermedia dell’applicazione del progetto pastorale; e, infine, per una valutazione finale e il rilancio del progetto per l’anno successivo.

Di seguito si può consultare l’elenco dei membri del Consiglio e lo Statuto che ne regola le attività, approvato dal nostro Vescovo il 28/01/2020.

Membri del Consiglio Pastorale Parrocchiale

Il Consiglio è in fase di formazione.

Statuto del Consiglio Pastorale Parrocchiale

Statuto-CPP-approvato-dal-vescovo

Area riservata ai membri del Consiglio