Guida all’estrazione corretta dei certificati per la pratica matrimoniale dal sito ANPR

Fermo restando che è sempre possibile chiedere il certificato contestuale di stato libero presso il proprio comune di residenza, è ora online anche l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) che permette, attraverso l’autorizzazione tramite SPID, l’accesso ad un’area riservata per scaricare in autonomia le certificazioni anagrafiche.

L’ANPR permette di estrarre dall’anagrafe e stampare dette certificazioni sia in carta libera che in bollo (cioè previo pagamento della marca da bollo di 16,00€).

Per la pratica matrimoniale è necessaria questa seconda tipologia di certificazione, perché quelle in carta libera (senza l’affissione della marca da bollo da 16,00€) possono essere prodotte solo per alcuni procedimenti specifici, tra i quali, però, non vengono contemplate le pratiche matrimoniali.

Ora, il certificato contestuale di stato libero deve certificare:

lo stato libero;

la cittadinanza;

la residenza;

i dati anagrafici di nascita.

Opzioni che devono essere selezionate nella richiesta del certificato per cui si deve, poi, pagare il bollo (operazione da compiere all’atto della stampa del certificato). Nel caso in cui si dovesse produrre un certificato mancante di una di queste cose (e, quindi, si sono già spesi i soldi per il bollo) si dovrebbe produrre un nuovo certificato e ciò comporterebbe un’ulteriore spesa di altri 16.00€ per un altro bollo per integrare i dati mancanti.

Per ovviare ad alcuni errori nella selezione delle opzioni da certificare (con la necessità di spendere più soldi del dovuto) si offre ai fidanzati questa guida.

Altra cosa a cui fare attenzione: come viene specificato nell’informativa da accettare prima di stampare le certificazioni, i certificati hanno validità di tre mesi, bisogna, quindi, valutare quando stamparli. Si suggerisce, quindi, di stamparli poco meno di tre mesi prima del matrimonio. P. es.: se ci si sposa il 15 marzo, possono essere richiesti il 20 gennaio; se invece ci si sposa il 20 agosto, si potrebbe richiederli il 25 giugno. Dopo averli prodotti si può avviare la pratica con il parroco di residenza di uno dei due fidanzati.

Estrazione-certificati-contestuali-tramite-ANPR

Clicca qui per visualizzare la guida in un’altra pagina e scaricarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.