Meditazione sui dieci comandamenti-seconda parte

Onora tuo padre e tua madre, perché si prolunghino i tuoi giorni nel paese che ti dà il Signore, tuo Dio.       

L’onore per il padre e la madre, oltre ad essere il doveroso rispetto per i genitori, è legato al restare di Israele nella Terra promessa. Questo significa il rispetto e l’onore per la propria storia, familiare e sociale, che ha portato noi ad essere qui ed oggi.

Leggi tutto “Meditazione sui dieci comandamenti-seconda parte”

Meditazione sui dieci comandamenti-prima parte

«Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla condizione di schiavitù:

Dio fonda i comandamenti sul suo agire salvifico: prima libera e poi comanda.

L’israelita può e deve rispettare i comandamenti non perché li ha dati Dio, ma perché Dio ha agito e ha salvato il popolo.

L’Egitto è il luogo che rappresenta la condizione di lontananza del popolo da Dio, quello che noi oggi chiameremo condizione di peccato. Il peccato allontana da Dio e ci rimette come schiavi in Egitto.

Leggi tutto “Meditazione sui dieci comandamenti-prima parte”

Meditazione sul Padre nostro-parte 2

Pater noster

Dacci oggi il nostro pane quotidiano

Il pane, nell’accezione giudaica (che è il contesto sociale in cui Gesù è vissuto), è simbolo di tutti i beni materiali e spirituali che servono all’uomo per vivere. Chiedere il pane a Dio è chiedergli di darci tutto ciò che ci serve per la nostra vita materiale e anche spirituale.

A prima vista, poi, la domanda di richiesta del pane sembrerebbe suggerire un disinteresse del cristiano verso il proprio lavorare per guadagnarsi da vivere: chiedo a Dio il pane per vivere, quindi non devo procurarmelo da solo! Evidentemente la riflessione è del tutto sbagliata.

Leggi tutto “Meditazione sul Padre nostro-parte 2”